domenica 27 marzo 2011

CON L'ASSEGNO DI ACCOMPAGNAMENTO IN MOLTI CASI SI PUO' GUIDARE

PATENTE DI GUIDA E INDENNITA' DI ACCOMPAGNAMENTO 

L'indennità di accompagnamento non è incompatibile con la patente di guida.

E' però necessario valutare  la patologia sopportata dal conduttore da parte della  Commissione Medica Provinciale Patenti Disabili, le capacità alla guida, sulla base delle disabilità del candidato, certificata dalla Commissione di accertamento di invalidità civile della ASL. Se il disabile dispone già della patente speciale non sussistono problemi. Se invece l'invalido è titolare di patente normale al momento della visita di accertamento di invalidità, la Commissione, se ritiene che le patologie certificate condizionino l'idoneità alla guida, segnala il disabile alla Motorizzazione. La Motorizzazione procederà alla convocazione a visita per valutare la permanenza della capacità di guida ed eventualmente convertire la patente normale in patente speciale. In questa sede sarà stabilito anche l'eventuale obbligo di utilizzare adattamenti alla guida.

8 commenti:

  1. Grazie per il consiglio, avevo girato qualche autoscuola chiedendo se con l'assegno di accompagnamento potevo guidare, ma nessuno mi ha saputo spiegare il mio caso ne tantomeno se potevo acquisire la patente. Naturalmente la B Speciale. Gerazie AVID Andrea di mesenzana

    RispondiElimina
  2. AVID Varese Onlus18 luglio 2011 12:12

    Grazie Andrea, noi come vedi siamo a vostra disposizione per i vostri bisogni verso una maggiore mobilità e verso i vostri diritti. Divulga anche tu il nostro sito e se vuoi vieni a trovarci o magari, meglio ancora ad aiutarci. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  3. Soffro di epilessia pst traumatica dovuto da un incidente nn causato da me mi è stato riconosciuto un invalidità 100% peró questi miei attacchi vengono solo nel sonnonn sono piú frequenti per qiesto il mio nurologo e psichiatra sono disposti a farmi i certificati eventualmente satei idonio alguidare perderei l'accompagno

    RispondiElimina
  4. Ma quindi anche se io sono disabile 100% e chiedo la patente B speciale ,non mi tolgono l'accompagno??
    Giusto?

    RispondiElimina
  5. Se una persona disabile con accompagno guida c'è. Il rischio che gli viene tolto l'assegno. Di accompagno anche se a problemi a deambulare e a vestirsi lavarsi

    RispondiElimina
  6. Buongiorno
    volevo chiedere una informazione. Mio padre (77 anni), diabetico, ha una neuropatia che gli rende difficile la deambulazione, anche se ancora riesce a fare dei tratti in autonomia. Annualmente ha il rinnovo della patente normale fatto alla Motirizzazione con commissione speciale, e anche quest'anno gliel'anno rinnovata (addirittura per due anni).
    Non riceve indennità per disabilità, ha solo il cartellino da esporre per accedere alle zone riservate ai disabili. Mia mamma vorrebbe chiedere l'indennità di accompagnamento, soprattutto per far fronte alle numerose spese mediche che stanno sostendo, ma teme che questo possa impattare sul rinnovo della patente. Nela caso di richiesta di indennità di accompagnamento, la patente (normale, non speciale) viene rimessa in discussione? Grazie.

    RispondiElimina
  7. Sono diabetico mi hanno amputaro il piede sinistro prendo la pensione di accompagnamento ho la patente b che devo convertire in patente bs in questo caso rishio che mi tolgono la pensione di accompagnamento?

    RispondiElimina
  8. Sono diabetico mi hanno amputaro il piede sinistro prendo la pensione di accompagnamento ho la patente b che devo convertire in patente bs in questo caso rishio che mi tolgono la pensione di accompagnamento?

    RispondiElimina