giovedì 18 luglio 2013

L'INFORTUNIO SUL LAVORO E IL LICENZIAMENTO


              LA CONSULENZA LEGALE E
                LA DIFESA IN GIUDIZIO
        IL rapporto di Lavoro e l’infortunio sul lavoro
Quali sono i rimedi che il lavoratore può adottare contro il licenziamento?, impugnazione del licenziamento entro sessanta giorni, per chiedere la reintegrazione nel posto di lavoro e il risarcimento del danno subito.
Se è stato firmato un contratto a termine, tempo determinato, un contratto a progetto, un contratto di somministrazione, o un contratto che prevede l'emissione della fattura, ma in realtà il rapporto si di lavoro si svolge in modo diverso da come lo descrive il contratto firmato, qual è la corretta lettura sul piano del diritto di questa situazione?
La legge prevede che il contratto di lavoro normale è quello subordinato a tempo indeterminato, ma che in certi specifici casi è legittimo regolare il rapporto di lavoro con uno dei contratti atipici sopra indicati. Tuttavia, se lo svolgimento concreto del rapporto non corrisponde a quanto prevede puntualmente la legge per ognuno di questi contratti a termine, cocopro, somministrazione, partita iva ecc, il lavoratore può chiedere la conversione a tempo indeterminato e il risarcimento del danno. 
Per impugnare un contratto atipico i termini sono: fino al 31 dicembre 2012 sessanta giorni; dal 1° gennaio 2013 centoventi giorni.
Dal punto di vista del diritto del lavoro, cosa succede quando un lavoratore subisce un infortunio sul lavoro  e successivamente il licenziamento ?
A parte la possibile responsabilità penale del datore di lavoro, il lavoratore ha diritto al risarcimento di tutto il danno subito, naturalmente ci devono essere responsabilità di terzi.
L'INAIL, come previsto dal Testo Unico Infortuni DpR 1124/65 e successive modifiche ed integrazioni, indennizza solo una parte del danno subito sia per la temporanea sia per la successiva guarigione, 60% <> 75%, la parte rimanente, cosiddetto danno differenziale, può essere chiesta al datore di lavoro per il mancato guadagno.
I  danni di cui  si sta evidenziando sono: il danno patrimoniale retribuzioni, spese per visite mediche, tiket, spese per terapie, ecc. Il danno biologico, temporaneo e permanente, il danno morale.
Per quanto chiarito in alcuni passaggi, i volontari di AVID Varese Onlus sono a disposizioni per consigli, consulti e la relativa assistenza legale e medico legale.
         www.associazione-avid.it  -  info@associazione-avid.it   Info - 340-3303528
 

8 commenti:

  1. Buongiorno AVID; io sono un lavoratore che 8 anni fa dopo un grave infortunio sono stato licenziato perché non ero più in grado di svolgere il mio lavoro. Un lavoro che svolgevo da due anni. Certo era un lavoro ripetitivo e un pò pesante visto che dovevo per tutto il periodo di lavoro caricare la tramoggia della trafila salendo e scendendo dalla scala. Forse visto che ho subito un infortunio in casa sua con una percentuale del 42%, il datore di lavoro avrebbe dovuto usare più umanità verso di me, invece mi sono accorto che guardava solo in denaro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me mi e' capitato una situazione simile, ma aziende del genere andrebbero portate in tribunale e denunciate alle autorita' competenti. Anche se non gli farebbero nulla per lo meno verrebbero danneggiate a livello economico visto che per un'azienda non e' una bella pubblicita'.

      Elimina
  2. AVID Varese Onlus22 luglio 2013 10:15

    Anonimo , non è tutto perso, l'infortunio è rivedibile nei dieci anni e poi, se l'infortunio è stato causato da una mancanza di sicurezza o altro ancora, c'è la possibilità di richiedere il danno biologico. non trascurare il tuo danno fisico perché oltre ad essere grave, con il passare degli anni i problemi fisici peggiorano. Per cui datti subito da fare e se vuoi puoi contattarci siamo a tua disposizione.

    RispondiElimina
  3. Collaboratore domestico infortunio rientrato al lavoro
    Contro la
    Volonta del medico e licenziato lo stesso giorno

    RispondiElimina
  4. SALVE,SONO STATO LICENZIATO DURANTE L'INFORTUNIO TENGO A PRECISARE CHE ERO STATO ASSUNTO CON CONTRATTO A TERMINE.POSSO IMPUGNARE IL LICENZIAMENTO E CHIEDERE I DANNI? GRAZIE

    RispondiElimina
  5. buon giorno ho subito un infortunio sul posto di lavoro che mi ha provocato un invalidità permanente e di conseguenza un inidoneità alla mansione che svolgevo. Il risultato è che mi hanno licenziata.Detto questo mi sorge una domanda:visto che nel luogo dove lavoravo (fino al 10/01/2015) ci sono un infinità di altre mansioni adatte alla mia situazione potevano licenziarmi senza neanche provare che non vi era nessun modo e luogo dove ricollocarmi???tenendo presente anche che avevo un contratto a tempo indeterminato da 12 anni..

    RispondiElimina
  6. Salve mi è arrivata la raccomandata del licenziamento il giorno dopo che ho subito l'infortunio sul lavoro per appalto finito,ma l'appalto finisce fra 3mesi.Cosa posso fare.

    RispondiElimina
  7. Buongiorno.ho avuto fractura vertebral D12 .ma doppo 6mesi di infurtunio con contrato di inditerminato mi ha arrivata la letera di licencimento.mi domando cosa devo fare grazie

    RispondiElimina